Documenti per andare a Miami

Malgrado l’apertura pressoché totale delle frontiere del mondo, e malgrado questo sia sempre più a portata di mano, per cui tutti possono andare dovunque, è una delle domande più frequenti che si pone, a ragione, chi organizza un viaggio. Quali documenti devo portare con me?

Ebbene, se il viaggio che state pianificando ha come destinazione la città di Miami, la lista è veramente breve.

Tra i documenti per andare nella città della Florida quello non può assolutamente mancare è il passaporto in corso di validità, cioè con una data di scadenza successiva a quella del rientro in Italia.

Tale documento è sufficiente per l’ingresso negli Stati Uniti per motivi di turismo e per un periodo non superiore ai 90 giorni. Per tutte le informazioni, rivolgersi all’Ambasciata in Italia.

Sull’aereo con destinazione Miami, poi, vi verra chiesto di compilare un modulo verde, denominato I-94W, in cui dovrete riportare l’indirizzo esatto in cui risiderete in Florida (anche solo quello dell’albergo): verrà pinzato ad una pagina del passaporto ed è necessario che lo teniate con voi per l’intera durate del soggiorno in America.

Vi sarà ritirato soltanto prima della partenza verso l’Europa. Come accade per tutti i paesi esterni alla Comunità Europea, anche in America è necessario dimostrare di essere in possesso delle risorse materiali e finanziarie per intraprendere un soggiorno superiore ai 3 mesi.

Dal gennaio 2009, infine, è necessario procurarsi l’ESTA, un’autorizzazione da ottenere on-line che abilita i cittadini stranieri a salire a bordo di mezzi diretti negli USA. Il documento va richiesto 72 ore prima della partenza ed ha una validità di 2 anni, per cui può essere utilizzato anche per più viaggi e destinazioni.

La risposta arriverà dopo pochi secondi dalla presentazione della richiesta, che può essere redatta in italiano ed è nient’altro che uno strumento voluto dal governo a stelle e strisce per aumentare la sicurezza interna.

Go to TOP